Il Vastu: lo yoga della casa

Di origini molto antiche, il Vastu è un’architettura olistica proveniente dall’India.

È stato definito "lo Yoga della casa" per le sue origini e la sua applicazione permette di ottenere degli ambienti abitativi armoniosi che irradiano benessere e favoriscono l'equilibrio, la serenità e il successo personale in ogni ambito della vita.

Il Vastu si occupa della forma, delle proporzioni, delle misure, dell'orientamento, e dell'ambiente circostante la casa, delle aperture come porte e finestre, oltre ai materiali da costruzione e agli interni. Si applica a ogni ambiente, poiché lo scopo è di armonizzare lo spazio con l'uomo e la natura.

Lo spazio e le energie nel Vastu

Nello spazio abitato sono presenti tutte le energie dell'universo, positive e negative, proprio come in noi stessi. Lo spazio abitato è la manifestazione esteriore e visibile di chi siamo noi interiormente, dei nostri punti di forza e dei punti deboli, che sono da migliorare e che ci impediscono di avere successo. Il fatto che nello spazio abitato siano presenti energie di tipo diverso, determina un ambiente in cui il benessere e l’armonia sono più o meno marcati. Pertanto una casa bella, ma che non sia in armonia con la natura, non consentirà a chi vi abita di trovarvi pace e serenità. Un ambiente ricco di positività renderà più facile il progresso in ogni settore della vita.

Le energie positive della natura entrano in casa soprattutto da nord e da est. Le energie che vengono da nord vengono definite lunari e sono di natura femminile, quelle che provengono da est invece sono dette solari e quindi di natura maschile. Le due energie si uniscono nella parte nord-est della casa e formano un'unica energia altamente positiva. Più il nord-est della nostra casa è aperto a questa energia più possiamo godere del benessere e della positività che ne derivano. In caso contrario, se la parte nord-est della casa non è aperta gli effetti saranno debilitanti per tutti quelli che vi abitano.

Il Vastu sfrutta i principi di base dell’Ayurveda secondo la quale nel corpo sono presenti i 5 elementi primordiali: terra, aria, fuoco, acqua e spazio. La persona sta bene quando questi elementi si trovano in equilibrio. Allo stesso modo, in una casa sana, i cinque elementi devono trovarsi nel luogo più appropriato.

La posizione assegnata a ognuno dei cinque elementi non è casuale e talvolta è influenzata dalla sua relazione con l’universo. Questa posizione è determinata dall’analogia con il corpo umano che è un esempio perfetto di Vastu.

Indipendentemente dal tipo di abitazione in sui si vive, o dal luogo di lavoro, è necessario assicurarsi che tali elementi siano posizionati correttamente e che si generino quindi delle vibrazioni positive sane. Queste vibrazioni andranno a influenzare anche l’ambiente che circonda lo spazio abitato e consentiranno all’energia vitale di fluire liberamente senza che si creino blocchi energetici.

Come posizionare correttamente gli elementi

Spazio.
Il centro di ogni spazio abitato, di qualsiasi tipologia o dimensioni esso sia, è collegato all’elemento spazio. Le energie spirituali si raccolgono al centro dello spazio e da qui si disperdono, sotto forma di vibrazioni positive, beneficiando chiunque vi soggiorni, stimolando sentimenti di bontà e amore. Questa zona deve essere lasciata libera per consentire alle vibrazioni positive di fluire liberamente.
Aria
La zona nord-ovest di un terreno, della casa (o di uno spazio di lavoro) e di ogni singola camera, appartiene all’elemento aria. L’Aria rappresenta la forza vitale e il respiro umano. Se utilizzata correttamente, l’elemento aria stimola una capacità di pensiero veloce, creativo e di azione che determinano cambiamenti e azioni sane, nella nostra vita. La qualità stimolante dell’aria induce il movimento e l’azione.

Fuoco

La posizione ideale dell’elemento fuoco è a sud-est. Questa direzione è legata al movimento del sole. Le caratteristiche psicologiche del fuoco sono il calore, la passione e l’intensità emotiva. Tali caratteristiche richiedono moderazione ed equilibrio. Un eccesso o una mancanza di fuoco nel sud-est potrebbe far avvertire una forte sensazione di disagio all’interno della casa. Tutto ciò che è legato al fuoco o all’elettricità, al gas o al petrolio deve essere messo a sud-est.

Acqua
La direzione nord-est è associata all’elemento acqua, e a qualità calmanti, lenitive, e riflessive. La parte nord-orientale di un terreno deve essere sempre lasciato aperto e senza barriere che impediscano o facciano deviare l’energia benefica. L’acqua raccoglie l’energia cosmica che è salutare per l’essere umano. All’interno della casa o in ufficio, i mobili alti e pesanti non devono essere collocati a nord-est per non bloccare il flusso spirituale e l’energia cosmica.
Terra
L’elemento terra è associato al sud-ovest. Quando il sole si muove a sud-ovest, il suo calore intenso è la linfa di tutta la nostra energia. Le costruzioni massicce collegate all’elemento della terra proteggono il terreno. In questo modo saremo protetti dal calore del sole e dall’energia troppo forte del fuoco, e contemporaneamente l’energia cosmica e spirituale proveniente dal quadrante nord-est non fuoriescono.