Alimentazione crudista cos’è e cosa si mangia

L’alimentazione crudista è un regime alimentare che prevede il consumo di alimenti crudi e non lavorati, preferibilmente di provenienza bio.

 

Accenno storico e principi di base del crudismo

Si trovano accenni storici al crudismo nel testo sacro “Il Vangelo della Pace” del gruppo ebraico degli Esseni, poi ripreso nel ‘900 da medici indipendenti o naturisti con motivazioni essenzialmente salutistiche.

Il principio alla base del crudismo è legato al fatto che il cibo cotto viene ritenuto dannoso per l’organismo. Le alte temperature distruggerebbero gli enzimi presenti naturalmente negli alimenti (come lipasi, proteasi e amilasi). Il corpo dovrebbe quindi produrre i propri enzimi digestivi comportando un notevole dispendio energetico ed una minore efficacia.

Oltre agli enzimi anche vitamine e microrganismi utili a rafforzare la flora intestinale subirebbero l’azione distruttiva esercitata dal calore della cottura.

In realtà, gli enzimi contenuti nei cibi, pur non essendo sottoposti a cottura, tendono ad essere denaturati una volta venuti a contatto con il PH gastrico e scissi in molecole da altri processi chimici a livello intestinale. Inoltre, il procedimento di cottura può anche favorire e facilitare i processi digestivi, oltre a permettere l’assorbimento di alcuni nutrienti.

Le convinzioni sono diverse su questo regime alimentare, va tenuto presente che è comunque

piuttosto restrittivo e passarci da un giorno all’altro non è di certo consigliato.

 

Benefici

Uno degli aspetti positivi più evidente è la preparazione dei cibi non dovendo essere sottoposti a cottura.

Gli altri benefici del crudismo sono:

  • riduzione delle allergie ai cibi;
  • riduzione dei problemi digestivi, per il grande apporto di fibre che aiutano a depurare l’organismo;
  • rafforza il sistema immunitario, grazie alla grande quantità di vitamine di frutta e verdure;
  • abbassa il colesterolo;
  • si tienesotto controllo il peso, perché è priva di grassi;
  • la pelle apparepiù giovane;
  • si rinforzano unghiecapelli. 

Inoltre la dieta crudista sembra limitare l’ansia e stanchezza, donando maggiore energia e buon umore, poiché si mangiano cibi non raffinati e privi di sostanze chimiche che non sforzano l’organismo.

 

Alimenti consigliati

Fra gli alimenti consigliati, troviamo:

  • frutti esotici particolarmente nutrienti, come avocadodatteripapaya
  • alghe e germogli
  • Super-cibi come bacche di Gojied erba di grano, alimenti, specie questi ultimi, che per le loro caratteristiche possono essere considerati degli integratori naturali.
  • semi oleosi(come chialinocanapagirasolezuccasesamo), importanti per le loro elevate concentrazione di sali minerali.
  • Frutta secca fra cui noci e noccioleindispensabili per creare creme e formaggi, mentre mandorle anacardi si possono impiegare rispettivamente in sostituzione di burro e latte.
  • spezie e oli sono un altro elemento chiave di questo regime alimentare per insaporire i cibi
  • farine di cocco, burro di cacaoed il cacao in polvere, ideali per la realizzazione di dolci.

I cibi sono da preferire sempre biologici e se possibile favorendo ancor più quelli a km 0.

 

Combinazioni alimentari nell’alimentazione crudista

Al fine di evitare digestione lenta, gonfiore addominale e bruciori di stomaco, è bene rispettare alcune semplici regole circa la corretta combinazione dei cibi:

  • la frutta, che si digerisce molto velocemente, andrebbe consumata da sola;
  • succhi di fruttae verdura andrebbero assunti a stomaco vuoto e mai all’interno di un pasto, poiché se ne potrebbe rallentare la digestione;
  • frutti esotici come l’avocado che si combina bene sia con altri frutti che con la verdura.

 

Strumenti utili in cucina

L’alimentazione crudista al di là di quello che si possa pensare necessita comunque di strumenti per la cucina fra i quali quelli che non possono mancare sono:

  • Frullatore:per preparare frullati ma anche per tritare i cibi.
  • Centrifuga:per preparare succhi di frutta e verdura.
  • Estrattore: gli estrattoridi succo a freddo, permettono di ottenere degli estratti di frutta e di verdura Ricchi di vitamine e di sali minerali, rispettano integralmente la composizione originale degli alimenti.
  • Essiccatore:permette di essiccare gli alimenti senza cuocerli, mediante aria calda che asciuga il cibo
  • Fioccatrice:è abbastanza costosa ma indispensabile se si vuole beneficiare al massimo delle proprietà dei cereali. Consente infatti di schiacciare i cereali crudi fino a renderli facilmente masticabili e secondo il proprio gusto, senza però ridurli in farina.
  • Germogliatore: è il modo più semplice perorganizzare una produzione casalinga di germogli
  • Coltelli ben affilati, taglieri e recipienti a chiusura ermeticaper poter conservare in frigo gli ortaggi e la frutta preparata dopo il taglio.

 

Effetti collaterali

E’ stato riscontrato che in alcuni casi il crudismo porti reazioni intestinali come tensione addominale, meteorismo e flatulenza, tutti sintomi che invece vengono sbandierati come debellati mangiando crudo.

Inoltre mangiare cibi crudi peggiora la sensazione di freddo in inverno, quando l’organismo tende a richiamare cibi caldi per mantenere la temperatura corporea.

Un’altra controindicazione potrebbe essere l’igiene alimentare, mangiando crudo si introducono nell’organismo cibi manipolati, dove potrebbe esserci presenza di parassiti anche pericolosi che vengono invece in parte eliminati con la cottura ad alte temperature.

Per gli effetti collaterali e le controindicazioni indicate chi intende seguire questo regime alimentare dovrebbe rivolgersi ad uno specialista per valutarne la fattibilità personale.