Garam Masala la mistura di spezie tipica della cucina Indiana

Il Masala è il nome indiano di quello che Italia e più in genere in occidente viene chiamato curry.

Il termine curry deriva dalla parola tamil “cari” che vuol dire salsa, gli inglesi cominciarono ad usare la parola kerri per indicare la miscela di spezie con la quale si preparavano i piatti di masala.

Esistono diversi tipi di masala a seconda del loro particolare impiego in cucina, che si presta maggiormente a condire un piatto piuttosto che un altro.

Diverse miscele di spezie significa anche diversi principi ed effetti benefici, da quelli antinfiammatori a quelli antiossidanti. Ad esempio il garam masala aiuta la digestione, soprattutto per le pietanze più pesanti come quelle a base di carne.

Garam Masala

Il garam masala è un mix di spezie tipico della cucina asiatica, in particolare indiana e pakistana, molto diffuso anche a Sud del continente.

 ll significato del termine può essere tradotto con miscela di spezie calde, sia nel senso di riscaldare il corpo, sia nel senso di piccante o meglio pungente.

Il primo significato rinvia all’utilizzo del garam masala contro l’ipotermia da parte della medicina ayurvedica, il secondo significato è collegato all’effetto che ha la miscela di spezie sulle papille gustative: pizzica parecchio, ma non è piccante nel vero senso del termine, come potrebbe esserlo invece un peperoncino.

Uso in cucina

In cucina questo mix di spezie pestate nel mortaio e poi miscelate viene usato per insaporire e marinare una serie di piatti:

  • dalle insalate di verdure a quelle di pollo
  • dalle zuppe alle minestre
  • cous cous
  • pesce di acqua dolce
  • torte
  • prodotti da forno.

È un ingrediente molto usato nelle pastelle unito al latte di cocco o all’acqua, viene aggiunto per insaporire le carni in fase di cottura.

Il garam masala arricchisce poi diversi tipi di pilaf, un piatto tradizionale pakistano a base di riso.

Questa miscela di spezie andrebbe preparata al momento dell’uso, le spezie vanno prima tostate e poi macinate nel mortaio, aggiunte solo a fine cottura sui cibi per non disperderne l’aroma.

Spezie contenute nel Garam Masala

La ricetta non è unica varia a seconda delle tradizioni a seconda delle tradizioni enogastromiche nazionali e locali, in linea generale il composto indiano è realizzato con:

Utilizzato anche nell’alimentazione vegana e vegetariana, lo si trova in vendita già pronto realizzato con spezie più o meno pregiate, di maggiore o minore qualità.

L’origine a la lavorazione artigianale sono una garanzia di prodotto migliore e di maggior genuinità del prodotto.

Proprietà

Il garam Masala, essendo una miscela di spezie è ricco di proprietà: aumenta l’appetibilità dei cibi, stimola i succhi gastrici e gli enzimi digestivi, svolge un’attività antinfiammatoria sull’intestino e sul fegato.

Inoltre è antiossidante, antitumorale e la curcuma protegge dal rischio di malattie degenerative dei neuroni (come Alzheimer e Parkinson).

Ricco anche di sali minerali e vitamine del gruppo B, vitamine PP e C. L’utilizzo del Garam Masala ci permette di fare una dieta vegetariana dimagrante.

Ricetta per realizzazione fai da te

Come abbiamo detto l’uso ottimale è quello della preparazione al momento che può essere realizzata come segue.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di semi di cumino
  • 2 cucchiai di semi di coriandolo
  • 2 cucchiai di semi di cardamomo
  • 2 cucchiai di pepe nero in grani
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano
  • ½ cucchiaino dicannella macinata
  • 1 cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere

Preparazione

Tostare tutte le spezie, in una padella antiaderente, tutte insieme per 3 minuti, lasciare raffreddare. Una volta fredde polverizzare il tutto con un mortaio o con un macinacaffè.

Condire i piatti realizzati.

La miscela si può conservare in un vasetto ermetico scuro per 3 o 4 mesi al massimo.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Le miscele di spezie in generale possono dare problemi a chi soffre di gastritecalcoli renali ed ulcere. Vanno consumate con moderazione specie se non si tollera il piccante.

Se si è allergici a una o più spezie contenute va evitato, inoltre non va consumato dai bambini e donne in gravidanza.